AIRC

67

L’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, ente privato senza fini di lucro, è stata fondata nel 1965 grazie all’iniziativa di alcuni ricercatori dell’Istituto dei Tumori di Milano, fra cui il Professor Umberto Veronesi e il Professor Giuseppe della Porta, avvalendosi del prezioso sostegno di noti imprenditori milanesi.

Dall’anno della sua fondazione AIRC si è sempre impegnata a promuovere la ricerca oncologica nel nostro Paese e si è progressivamente ampliata, fino a contare oggi 17 Comitati Regionali e quasi 1.800.000 Soci, tante persone che con la loro generosità sostengono l’Associazione, consentendole di esistere e di andare avanti.

L’attività di AIRC consiste nel raccogliere ed erogare fondi a favore del progresso della ricerca oncologica e nel diffondere al pubblico una corretta informazione in materia.

I fondi vengono destinati alla ricerca sul cancro attraverso un processo di selezione e supervisione rigoroso, meritocratico e trasparente.
La severità e professionalità delle valutazioni dei progetti di ricerca e delle borse di studio sono assicurate dalla Direzione scientifica il cui staff è costituito da persone di rilevante expertise tecnico scientifica.

Questo organo coordina il processo di valutazione e il supporto ai lavori del Comitato tecnico scientifico, composto da 24 ricercatori, uomini e donne, che coprono ruoli di primo piano nell’oncologia italiana.
A fianco del Comitato tecnico scientifico lavora un gruppo di oltre 400 ricercatori stranieri, scelti fra gli scienziati al top della ricerca sul cancro. Il loro compito è individuare i progetti migliori attraverso un processo che dura circa nove mesi.

Nel 1977 AIRC ha deciso di costituire la Fondazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (FIRC), riconosciuta come ente morale nel 1980, con il fine specifico di acquisire legati, eredità e donazioni destinate al finanziamento della ricerca.

Autonoma e indipendente per la sua diversa natura giuridica, ma complementare all’AIRC, la Fondazione ha il compito di costituire un patrimonio tale da garantire il futuro della ricerca.

In particolare, AIRC si impegna a:
– Finanziare progetti di ricerca svolti presso Laboratori Universitari, Ospedali e Istituti Scientifici.
– Perfezionare le conoscenze di giovani ricercatori attraverso programmi speciali e bandi ad hoc.
– Sensibilizzare e informare il pubblico sui progressi compiuti dalla ricerca oncologica.

Dalla sua fondazione ad oggi AIRC ha conseguito questi risultati:
– ha distribuito un importo complessivo di oltre 741 milioni di euro (*) per progetti di ricerca condotti in laboratori di Istituti, di Università e di Enti Ospedalieri in tutta Italia;
– ha distribuito un importo complessivo di oltre 35 milioni di euro (**) per borse di formazione a giovani ricercatori;
– ha attuato, come è richiesto dall’art.2 del suo Statuto, un programma di divulgazione e sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui progressi compiuti dalla ricerca nella prevenzione, diagnosi e terapia del cancro, principalmente attraverso la pubblicazione “Fondamentale”, con il supporto di FIRC, e attraverso il proprio sito Internet.
(*) 740.989.362
(**) 34.654.671
dati aggiornati al dicembre 2011

AIRC e FIRC costituiscono un sistema creato per sostenere la ricerca oncologica e la diffusione dell’informazione scientifica attraverso la raccolta di fondi.

Si tratta del principale polo privato di finanziamento per la ricerca sul cancro in Italia.
Nel 2011 AIRC e FIRC hanno deliberato la somma totale di 99.379.940 di euro destinati alla ricerca.

Aiutaci anche tu! Fai una donazione per aiutare la ricerca.
Visita il nostro sito per saperne di più: www.airc.it

CONDIVIDI